Dimagrire/tornare in forma: la tua alimentazione

Dimagrire, perdere peso, tornare in forma… Trasformare un buon proposito in un obiettivo raggiungibile è il primo passo per trasformare un’intenzione in un risultato.

Se vuoi dimagrire, una delle prime cose da fare è determinare quanto pesi oggi (semplicemente pesandoti) e stabilire quanto vuoi pesare ad obiettivo raggiunto.
In altre parole, devi determinare qual è la tua situazione di partenza (quanto pesi, che taglia porti, etc.) e definire la tua situazione di arrivo in una certa data (per esempio tra sei mesi, un anno): quanto peserai, come sarà il tuo fisico (per esempio, magro, tonico, etc.), che taglia indosserai, etc.

bilancia-pesapersona

Un elemento importante e strategico per tornare o essere in forma è quello dell’alimentazione. Per dimagrire, probabilmente devi mangiare meno di quanto mangi ora e, aggiungerei, devi mangiare in maniera differente.
Magari hai sentito dire o hai letto che le diete non funzionano. Sono migliaia le persone che ogni anno si mettono a dieta, la maggior parte di esse dopo un certo periodo rinuncia e spesso riprende tutto il peso che ha perso e anche di più. Perché?

Per alcuni motivi “ovvi”, ma di cui spesso non ci rendiamo conto:

  • la dieta intesa come limitazione di cibi e di quantità è una costrizione e in quanto tale è difficilmente adottabile come stile di vita;
  • proprio perché la dieta è spesso considerata (più o meno consapevolmente) come qualcosa di temporaneo, la maggior parte delle persone la “sopporta” e non vede l’ora di smettere;
  • il cibo è uno dei piaceri della vita, forzarsi a rispettare una dieta spesso comporta una distorsione nel rapporto che abbiamo con il cibo, trasformandolo in un motivo di frustrazione e di stress;
  • la limitazione delle quantità di cibo induce il nostro corpo ad andare in uno stato di risparmio energetico, rendendo più difficoltosa la perdita di peso dopo un primo periodo.

Ti piacerebbe seguire una dieta che per tutta la vita ti imponga di pesare il cibo che mangi e di seguire delle regole talmente rigide che un solo “sgarro” potrebbe rendere inutili tutti i tuoi sforzi? Credo (e spero) di no.
Il punto è che dobbiamo cambiare qualcosa “a monte”, dobbiamo cambiare le nostre abitudini rispetto al cibo.

Pensa alle tue attuali abitudini da “persona che vuole/deve dimagrire” e rispondi per iscritto alle seguenti domande:

  • Quando mangi: solo quando hai fame o quando ti viene “voglia” di mangiare?
  • Cosa mangi?
  • Come sono le tue porzioni?
  • Mangi fuori dai pasti?
  • Finisci tutto quello che hai nel piatto anche quando ti senti sazio?

Prendere consapevolezza delle tua abitudini ti aiuterà a cambiarle e ad adottarne altre più utili per la tua salute e anche per raggiungere e conservare la tua forma fisica. Semplicemente imparando delle nuove abitudini e sostituendole a quelle vecchie potrai adottare uno stile di vita che ti permetterà di mantenere senza sforzo i risultati raggiunti.

Abituati a mangiare con consapevolezza, seguendo due semplici regole:

  1. mangia quando hai fame. La fame è diversa dalla “voglia”, quindi si tratta di porre attenzione ai segnali che il tuo corpo ti dà rispetto alle sue necessità di cibo; evita di mangiare ogni volta che vedi qualcosa di “appetitoso” o che ti invoglia per il suo aspetto. La componente visiva è molto forte nel nostro piacere verso il cibo e spesso ci induce a mangiare anche quando non abbiamo fame. Mangiare quando hai fame significa assecondare un segnale naturale che viene dal tuo corpo e una volta che ti abitui diventa molto più facile evitare di mangiare quando non ne hai bisogno;
  2. mangia fino a quando sei sazio. Una delle nostre peggiori abitudini alimentari è legata al continuare a mangiare anche quando il nostro stomaco è pieno; anche se ci sentiamo sazi, continuiamo a mangiare per golosità o perché sta male lasciare degli avanzi nel piatto o perché vediamo un cibo che ci alletta. Mangiare oltre la sazietà sovraccarica il nostro sistema digestivo oltre ad introdurre nel nostro corpo quantità di cibo eccessive. Il modo più semplice per tenere sotto controllo le quantità di cibo che ingerisci è di fare attenzione ai segnali del tuo stomaco e smettere di mangiare quando è pieno, così non hai neanche bisogno di pesare tutto ciò che mangi.

Le nostre abitudini hanno una forza straordinaria, possono rendere la nostra vita piena di salute e di soddisfazione dal punto di vista dell’alimentazione e soprattutto possono renderci la vita molto più facile! Ricorda che le costrizioni, prima o poi, finiamo per rifiutarle e le diete non fanno eccezione. E ricorda che non esistono diete miracolose, ma esistono diete pericolose e prive di qualsiasi fondamento scientifico.
Se vuoi evitare che dimagrire per te sia o diventi un miraggio, scegli la via più semplice ed efficace: impara una nuova abitudine.

Altre informazioni e spunti qui, guarda il video: Perché fare una dieta di solito non funziona (in inglese con sottotitoli in italiano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *