Punto A punto B

P1000123

Quanti modi ci sono per andare da un punto A ad un punto B? O meglio, quanti modi siamo in grado di immaginare? Spesso è proprio questo che fa la differenza, tra andare avanti e restare fermi dove siamo. Spesso dove siamo è dove le situazioni sono diventate dei problemi. Spesso dove siamo è dove crediamo di essere in grado di arrivare. Spesso dove siamo è dove crediamo che dobbiamo stare secondo le aspettative degli altri.

Saper usare l’immaginazione è uno dei requisiti fondamentali del coach. Il coach usa l’immaginazione per creare nuovi scenari ed insegna al coachee (cliente) a fare lo stesso. Usare l’immaginazione per creare mondi, situazioni, idee che ancora non ci sono.

La comodità è il più grande nemico dell’immaginazione. Quella “zona di comfort” che vediamo come un rifugio mentre invece è una trappola; ci adattiamo alle situazioni che conosciamo bene, pur di non perdere una stabilità poco utile e molto comoda appunto. Quante volte, di fonte ad un “percorso” da intraprendere diciamo a noi stessi che è troppo lungo o troppo difficoltoso? Quante invece ci poniamo con curiosità, studiando le vie che è possibile percorrere o addirittura esplorare? “Utile” non significa “comodo”, anzi spesso è proprio il contrario.

Utile è ciò che ci rende in grado di affrontare ogni situazione con consapevolezza e con la volontà di determinare il nostro destino. La grande difficoltà, paradossalmente, sta nel fare quel piccolo cambiamento che ci permette di vedere il mondo dal punto di vista delle opportunità e non delle difficoltà. E’ un cambiamento così piccolo che possiamo anche fare finta di non vederlo e dare a noi stessi l’autorizzazione a restare dove siamo.

Come sempre, sta a noi. Perché anche quel piccolo cambiamento, quel saper guardare anche da altre angolazioni la stessa situazione, è frutto della nostra capacità di immaginare. Quanti modi ci sono per andare da un punto A ad un punto B? Ce ne sono tanti quanti siamo in grado di immaginarne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *